Contact Us

Use the form on the right to contact us.

You can edit the text in this area, and change where the contact form on the right submits to, by entering edit mode using the modes on the bottom right. 

         

123 Street Avenue, City Town, 99999

(123) 555-6789

email@address.com

 

You can set your address, phone number, email and site description in the settings tab.
Link to read me page with more information.

PROFESSIONE PAPA': COSA SUCCEDE QUANDO A CASA CON I BIMBI C'E' LUI

Blog

PROFESSIONE PAPA': COSA SUCCEDE QUANDO A CASA CON I BIMBI C'E' LUI

Lavinia Costantino

C’erano una volta le mamme chiocce e casalinghe. Poi ci sono state le mamme in carriera. Poi un po’ di tutte e due; ma i papà che scelgono congedi e orari lavorativi per seguire di più i figli, esistono? All’estero ne sono stati avvistati alcuni, ma io ho scovato per voi un esempio anche in Italia! Oggi vi presento Pierluigi Balzarini: professionista, papà e viaggiatore.

Ciao Pier! Sei un papà che ha pensato di dedicare tanto tempo per seguire i suoi bambini: cosa ti ha portato a questa scelta?

Le scelte che ho fatto sono abbastanza insolite anche se, fortunatamente, non così rare. Ho usufruito dei riposi per allattamento al posto di mia moglie e al momento sono in "congedo parentale ad ore". Fondamentalmente da due anni a questa parte dalle 14 sono a casa.

Per me, quando sono arrivati i nostri figli, le priorità sono cambiate e credo fortemente che carichi e responsabilità genitoriali vadano condivisi. I bambini hanno bisogno della loro mamma e del loro papà e vale anche il discorso contrario. 

Non è stato e non è semplice perché se da un lato nella nostra società si vive ancora una disparità tra uomo e donna, specie nel mondo del lavoro (che forse supereremo soltanto quando congedo di paternità e maternità saranno allineati e entrambi obbligatori), dall'altro lato un uomo che usufruisce dei diritti previsti dallo Stato sociale per stare più tempo a casa non è molto ben visto, sia nel contesto lavorativo sia, più in generale, nel contesto sociale.

Alla fine, per il sottoscritto, ha prevalso la voglia di essere più presente, di vivere il più possibile la crescita dei propri figli. E' una grande opportunità che tutti possono cogliere, anche perché dopo non si può più tornare indietro.

Com'è un papà che passa tanto tempo con i suoi bambini, e come sono i bambini che hanno un papà molto presente?

Potrei usare soltanto una parola per risponderti: sereno.
Per me la serenità è uno dei valori più importanti che ho trovato e vivo ogni giorno prima nella coppia e poi nella famiglia. Stare più tempo con i bambini  e soprattutto poter affrontare gli impegni di ogni giorno con più tranquillità mi rende più sereno. E credo renda più sereni anche i bambini, almeno spero. 

Ci racconti come stimoli la creatività dei tuoi bimbi?

Non sono un esperto in materia, ti posso accennare qualcosa circa la mia personale esperienza.Non mi sembra ci sia molto da fare per stimolare la creatività dei bimbi ma piuttosto che spesso sia meglio "non fare" e lasciare spazio a loro. 
I bambini sono creativi per natura; la cosa più importante è non fermare le loro iniziative e apprezzare ciò che fanno. Riempirli di giochi, attività e cose materiali credo sia il modo peggiore per stimolarli in tal senso.
Poche cose, semplici e grande libertà. E lasciarsi coinvolgere e guidare, dai bambini intendo!

Hai fondato Famigliaontheroad, un blog che promuove idee gite e viaggi a misura di famiglia: qual è la meta che consigli alle famiglie per i prossimi ponti di primavera?

Di getto ti risponderei: Andalusia. E' stato il nostro ultimo viaggio e ci ha davvero conquistato.
Però dato che proprio in questi giorni si parla (finalmente!) dell'emergenza clima e dell'urgenza di interventi efficaci, inviterei a riscoprire i nostri territori. Il traffico aereo è (ahinoi) molto inquinante! Lo dico con la coscienza di chi un mese fa ha preso un aereo e che, in futuro, vorrà farlo ancora. 

Parlando del nostro territorio, per esempio, abbiamo "scoperto" in più occasioni la vicina Valsassina che offre davvero tantissimo per le famiglie (anche per i bambini più piccoli). Altra proposta: l'Appennino tosco-emiliano che, cosa che non guasta, è anche a due passi dal mare.

Sul blog trovi queste (ed altre) mete, oltre a qualche approfondimento sulla mia scelta di essere un papà più presente.

Per scoprire tutti i consigli di Pierluigi e della sua famiglia, vai su Famiglia On The Road e seguili su Facebook.

Se sei un papà a casa con i bimbi e stai dando i numeri, trovi i miei giochi teatrali c qui e qui, oppure ascolta le mie audiostorie.

Se vuoi leggere di altre esperienze simili, ti consiglio Matteo Bussola, un autore Einaudi..