Contact Us

Use the form on the right to contact us.

You can edit the text in this area, and change where the contact form on the right submits to, by entering edit mode using the modes on the bottom right. 

         

123 Street Avenue, City Town, 99999

(123) 555-6789

email@address.com

 

You can set your address, phone number, email and site description in the settings tab.
Link to read me page with more information.

COME NASCE UNO SPETTACOLO: PAROLE DIPINTE, LA STORIA DI CLARA WOODS

Blog

COME NASCE UNO SPETTACOLO: PAROLE DIPINTE, LA STORIA DI CLARA WOODS

Lavinia Costantino

Nel teatro di narrazione, che spesso chiamo con il suo corrispettivo inglese storytelling, un attore pressoché solo in scena e dotato solo di alcuni semplici elementi di scena, narra la sua storia, spesso includendo il pubblico. Si ma come nasce uno spettacolo così? Ti racconto il dietro le quinte di Parole Dipinte - Lavinia Costantino racconta Clara Woods.


Quando è iniziato tutto:

Un giorno, mentre ero sul treno e facevo del puro e semplice scrolling - eh si, i social per me non sono necessariamente il vaso di Pandora del terzo millennio, ma ogni tanto sono la lampada di Aladino - ho letto un articolo su Clara Woods, una giovane pittrice con una disabilità che non le permetteva di parlare.

Lavorando da diversi anni nella realizzazione di progetti artistici con bambini e con persone disabili, questa notizia ha subito catturato la mia attenzione, e se possibile le immagini dei quadri di Clara, vibranti e piene di energia, lo hanno fatto ancora di più.

Ho allora deciso, in quattro e quattr’otto, di scrivere un messaggio privato alla pagina pubblica di Clara, raccontando del mio lavoro e proponendo di incontrarci per capire se potevamo collaborare - avevo già in mente di scrivere la sua storia e trasformarla in uno spettacolo di narrazione.

Il giorno dopo, la sua solerte mamma Betina aveva già preso i contatti con me e qualche settimana più tardi facevamo merenda insieme a Milano, progettando il debutto.

Per me, scegliere che storia raccontare è questione di cuore e di libertà: devo buttarmi subito, e osservare come si dispongono gli elementi. Non tutto fila sempre liscio come nel caso della storia su Clara, per cui talvolta torno sui miei passi. Ma quando vedo che ogni dettaglio trova un suo posto, capisco che sta per iniziare qualcosa che può andare lontano.


Come scegliere una buona storia:

Ne parlo spesso con i bambini nei corsi di teatro, o con genitori ed educatori nei workshop di lettura e narrazione a voce alta: quando si tratta di diventare narratori, la prima cosa da fare è sentire quali parti di noi rispondono a una determinata storia, e seguirle fin dove ci portano.

Non sono tanto la qualità intrinseca di una storia, la celebrità dell’eventuale autore, l’attualità delle vicende raccontate a garantire il successo di una narrazione, quanto piuttosto l’identificazione che noi sentiamo in essa, come narratori, e che possiamo estendere al pubblico.

Quando ho incontrato Clara e la sua famiglia, pur non avendo mai vissuto vicende analoghe, mi sono del tutto rispecchiata nella loro filosofia di vita, nel background multiculturale che li contraddistingue (Clara ha radici italiane, brasiliane, olandesi e comprende tre lingue), e nella loro storia di lotta contro gli stereotipi e i meccanismi di esclusione: raccontare la storia di Clara mi permette ogni volta di sentire che anche per me, con tutte le mie stranezze, i miei obiettivi, il mio non stare dentro ad alcuni parametri, c’è posto, ed è questo che desidero che anche il mio pubblico possa sentire.

Ero solita pensare di essere la persona più strana del mondo ma poi ho pensato, ci sono così tante persone nel mondo, ci dev’essere qualcuna proprio come me, che si sente bizzarra e difettosa nello stesso modo in cui mi sento io.
Vorrei immaginarla, e immaginare che lei debba essere là fuori e che anche lei stia pensando a me.
Beh, spero che, se tu sei lì fuori e dovessi leggere ciò, tu sappia che sì, è vero, sono qui e sono strana proprio come te.
- Frida Kahlo


Nel prossimo articolo vi racconterò il processo di lavoro che ho seguito per la stesura del testo, e gli obiettivi che mi sono fissata per la diffusione di questa bellissima storia.

Se siete curiosi di conoscere meglio Clara - e vi capisco! - qui c’è tutto il suo mondo professionale.

La prossima replica dello spettacolo si terrà a Calenzano il 9 Febbraio 2019 alle 20.30:

Parole Dipinte Calenzano.jpg