Contact Us

Use the form on the right to contact us.

You can edit the text in this area, and change where the contact form on the right submits to, by entering edit mode using the modes on the bottom right. 

         

123 Street Avenue, City Town, 99999

(123) 555-6789

email@address.com

 

You can set your address, phone number, email and site description in the settings tab.
Link to read me page with more information.

LA GENTILEZZA AMOREVOLE: COS'E' E A COSA SERVE

Blog

LA GENTILEZZA AMOREVOLE: COS'E' E A COSA SERVE

Lavinia Costantino

Un paio di Natali fa ho ricevuto un dono importantissimo: Emma e Sveva, mie piccole allieve del corso di mindfulness e gioco yoga presso Yoga Spirit a Monza, mi avevano scritto e illustrato una speciale edizione della favola dei Caldomorbidi di Claude Steiner. 

 

Questa storia mi ha accompagnata in tante occasioni: è stata spunto nei laboratori di teatro, in alcune sedute di narrazione in terapia, e ora anche per il prossimo incontro di mindfulness sul tema della gentilezza amorevole, che si terrà Sabato 24 Febbraio 2018 alle 10.30 presso Semplicemente Spazio di Carolina Traverso. 

 

 

C'era una volta un paese in cui tutti erano sempre gentili... 

C'era una volta un paese in cui tutti erano sempre gentili... 

 

Perché lavoro sulla gentilezza in ambiti cosi diversi, e perché penso che non sia una parola stucchevole che ha a che vedere con il galateo, ma che invece possa garantirci relazioni educative e familiari più serene, e addirittura produttive? 

 

1. Perché la gentilezza è una delle nostre qualità interiori sempre disponibili e contattabili, che la mindfulness "semplicemente" ci insegna a lasciar emergere dentro di noi. Ascoltare come può trasformarci, imparare a sperimentarne la presenza e osservare come modifica ed orienta i nostri comportamenti verso noi stessi e verso gli altri, ci fa sentire rinforzati e arricchiti di una nuova risorsa.

Pensate al tipico bambino scontroso, con agiti di rabbia, che ha difficoltà a socializzare in maniera positiva: utilizzare le cosiddette heart practices (pratiche del cuore) per permettergli di ascoltare la possibilità di gentilezza dentro di lui e lasciarla emergere può essere un'esperienza profondamente trasformativa.

 

2. Sapete che è comprovatamente più facile essere gentili con gli altri che con noi stessi? I meccanismi di empatia Infatti funzionano più facilmente verso l'interno che verso i nostri vissuti interiori. Per questo, praticare frequentemente la gentilezza e allenare il cuore, non solo come muscolo per la circolazione ma anche come muscolo delle emozioni, ci permetterà più facilmente di imparare ad essere gentili anche con noi stessi: imparare a riconoscere quando siamo stanchi e concedersi una pausa, non reagire con rabbia di fronte alla nostra fragilità ma sorriderle e farci pat pat sulla spalla sono piccole abitudini che ci rendono più resilienti, funzionali all'ambiente che ci circonda e, in fondo, felici.

 

Come dice la grande Pema Chodron:  la mindfulness non ci fa diventare qualcun altro, ma ci permette di fare amicizia con chi siamo ora. E i nostri bimbi, che sono piu freschi nell'esperienza di cercare compagni di gioco al campetto o in spiaggia, ci ricorderanno che essere gentili è il primo passo per diventare amici. 

 

Se vuoi unirti a Semplicemente Family, questo sabato o i prossimi, trovi tutte le info qui

Se sei curioso sulla mindfulness in famiglia, guarda qui la mia diretta con Carolina

Per qualsiasi altra cosa: scrivimi e let's keep in touch!

 

Ecco Emma e Sveva in azione: ora gli anni sono passati e anche Sveva chiude benissimo la posizione del Muso della Mucca :D 

Ecco Emma e Sveva in azione: ora gli anni sono passati e anche Sveva chiude benissimo la posizione del Muso della Mucca :D